I Parroci

Don Renzo Tambellini

Fondatore della parrocchia Madonna del Buon Consiglio e primo parroco, ha cominciato con ardore giovanile la sua nuova vita al Terminetto, seguito  e amato dai suoi parrocchiani.

E’ rimasto per 21 anni. Con la sua opera lasciò alla  parrocchia tutto quello che ancora oggi è visibile e ancor più  un grande insegnamento… quello di aver saputo nel suo apostolato coinvolgere gran parte dei parrocchiani all’insegna di un suo motto:

“ Qui c’è bisogno di gente che abbia delle idee, molta buona volontà e non molti discorsi”

Don Giovanni Galli

Quando arrivò come nuovo parroco nel 1978, inviato da mons Agresti,  era un prete quarantenne nel pieno delle forze adatto ad una parrocchia di quelle dimensioni. Iniziò ad organizzare la vita della parrocchia in momenti di formazione spirituale e di preghiera per  tutti i parrocchiani .

Realizzò  presso l’alpe di Sant’Antonio del comune di Molazzana una struttura che adibì a campeggio estivo con il proposito di creare un luogo dove i giovani, le  famiglie e gli anziani potessero trascorrere momenti di aggregazione ,riflessione e riposo. Dal 1979 l’operato di Don Galli fu sostenuto da Anna e Luisa suore della comunità di Gesù fondata da Monsignor Giuliano Agresti a Firenze.

Nel 1987 fu trasferito alla parrocchia di San Paolino.

Don Franco Vitali

Quando nel 1987 Don Giovanni fu trasferito alla parrocchia di San Paolino,  al Terminetto arrivo don Franco Vitali che continuò l’opera di Don Giovanni Galli.  Nell’ambito della Caritas creò un gruppo di solidarietà costituito da alcune famiglie che avevano al loro interno un figlio o un parente con problemi fisici e mentali e persone disposte a dare  loro sostegno e aiuto.

Don Gianfranco Rossi 

Subentrò nel novembre del 1992 a Don franco Vitali. uomo di fede, persona saggia ed umile. Possedeva una non comune capacità di ascolto ed aveva una particolare sensibilità verso le persone in difficoltà che aiutava sempre. Promosse l’impegno dei laici in parrocchia, il catechismo e la cura delle celebrazioni liturgiche. Morì l’8 marzo 2011, lasciando una profonda tristezza nella comunità.

Don Carlo Francesconi

Come primo Parroco della parrocchia Santa Maria Assunta alla Migliarina, ha gettato le basi per la costruzione della Comunità. Fra l’altro c’è da notare come la parrocchia non fosse ancora numerosa e che inizialmente gli abitanti erano poco più di un migliaio.
Con povertà di mezzi, con intuito e tanta generosità, si adoperò perchè il distacco da San Paolino, fosse meno indolore possibile. Il ricordo di don Carlo è ancora vivo nei vecchi migliarinesi. Si ricorda infatti il suo impegno per la liturgia e per la vicinanza alle famiglie e, in particolare, agli anziani e ai malati. Nel 1976, per motivi di salute, lasciò la Parrocchia e fu nominato Cappellano dell’Ospedale Tabarracci.

Don Franco Raffaelli

Insegnante di Religione nelle Scuole Superiori di Viareggio e incaricato per la Pastorale nel Movimento studenti, collaborava già, alla Migliarina, con don Carlo Francesconi, quando nel 1976 dall’Arcivescovo Giuliano Agresti, ne fu nominato Parroco. L’impegno pastorale di don Franco fin da subito è stato molto forte.
Senz’altro a lui va riconosciuto il merito di aver cercato di “traghettare la Parrocchia sulla sponda del Concilio Vaticano II”.
Propose i gruppi biblici nelle zone della Parrocchia e si impegnò non solo nella cura del catechismo ai ragazzi, ma con lo slogan “catechismo per tutte le età”, gettò le basi per il coinvolgimento dei laici nella preparazione dei fidanzati al matrimonio e dei genitori e padrini al Battesimo. Nel 1986 don Franco lasciò la Migliarina perchè nominato Parroco di Santa Rita all’ex campo di aviazione, sempre a Viareggio.

Don Dante Martinelli

Dopo essere stato per nove anni Parroco di Pieve di Camaiore, il 24 Febbraio 1986 fece ingresso alla Migliarina e con un mandato ben preciso del Vescovo: riprendere e portare avanti il “discorso già avviato da don Franco Raffaelli” per la costruzione della nuova Chiesa.
Il primo impegno di Don Dante fu così quello di darsi da fare allo scopo di entrare in possesso di un terreno che l’Amministrazione Comunale aveva designato a questo scopo fin dal 1980. Con la collaborazione di tanti parrocchiani e sempre con il sostegno della Curia “il progetto nuova Chiesa” viene portato avanti e pienamente realizzato con la consacrazione della nuova chiesa il 2 dicembre 2007
Assieme alla costruzione della Chiesa cercò di far crescere la comunità individuando nuovi progetti pastorali: con l’aiuto dell’Ufficio Catechistico Diocesano in collaborazione con la comunità del Terminetto, diede vita alla scuola per catechisti. Da questa scuola presero vita alcune iniziative di formazione come i Cineforum e le “Quattro Chiacchiere sul Sagrato”. Per l’educazione dei ragazzi e dei giovani contribuì alla nascita del Gruppo Scout “Viareggio 5” e diede impulso ai campi scuola a Puglianella. Promosse numerosi eventi di carattere aggregativi e conviviali: spettacoli, cene, feste etc.

Don Daniele Ricci

Ordinato presbitero il 28 giugno 2002, dopo esser stato viceparroco per 7 anni nella parrocchia di Santa Maria Assunta in Camaiore, fu nominato dal vescovo Italo coparroco della parrocchia di santa Maria Assunta e prima viceparroco e successivamente cooparroco della Parrocchia Madonna del Buon Consiglio in Viareggio. In questi anni si è occupato particolarmente della pastorale giovanile dell’unità pastorale, del catechismo e ha dato un forte impulso alla nascita e allo sviluppo dell’oratorio Migliarina – Terminetto.